martedì 30 dicembre 2008

CAVIALE E LENTICCHIE IN SCENA AL TEATRO PEGASO


























CAVIALE E LENTICCHIE
Il nuovo spettacolo del Pegaso

Da Venerdì 9 gennaio a Domenica 1 febbraio 2009
Dal Giovedì al Sabato alle ore 21.00
Domenica alle ore 18.30

DOMENICA 11 GENNAIO ORE 21.00


Teatro Pegaso
Via dei Promontori 131
Ostia Lido, Italy


Maggiori informazioni al:
065665208
E-mail:
teatropegaso@libero.it
www.teatropegaso.net

venerdì 14 novembre 2008


IN SCENA
Dall'11 novembre
L'evento comico dell'anno!!!

MARCO ZADRA
MARCO MORANDI
"IL MISTERO DEL CALZINO BUCATO"

con Claudia Campagnola, Giancarlo Porcari, Barbara Marzoli, Antonella Salerno, Francesca Baragli, Giorgia Guerra, Alessandro Frittella, Andrea Plithakis, Dario Polidori, Lorena Carleo, Maria Pia Iorio, Fiore Fabris, Fabrizio Siciliano (al pianoforte) e Andrea Martella (special guest)

Un vero e proprio "cult" della comicità. Siamo in Inghilterra, una nebbia malefica avvolge la mente dell´Ispettore Pendleton: riuscirà a risolvere il caso più complicato della sua lunga carriera di segugio presso Scotland Yard? Il 25 dicembre è stato ucciso in circostanze misteriose Lord Timothy Pinkerton, uno degli uomini più ricchi di Londra. Unico indizio un sinistro calzino destro, bucato in corrispondenza del ditone. Delitti e colpi di scena, esibizioni canore e balli improbabili, inseguimenti e tanta suspence... Una commedia esilarante (oltre duecento repliche!!!) per un pubblico di tutte le età.

Tutte le sere ore 21.00 - Domenica ore 18.00 - Lunedì riposo


TEATRO SETTE
via Benevento 23 - 00161 - Roma - tel. 06.44236382 fax 06.44249343
www.teatro7.it - teatro@teatro7.it

Direttore Artistico: Michele La Ginestra

lunedì 10 novembre 2008

CENTO ANNI “ANIMATI”

1908-2008. UN SECOLO DI CINEMA D’ANIMAZIONE
FRA MATITE E COMPUTER, EMOZIONI E IMMAGINAZIONI

INCONTRO CON VINCENZO MOLLICA E GIANNI MARITATI


VITERBO, MERCOLEDÌ 12 NOVEMBRE, ORE 11
PRESSO L’AULA MAGNA DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE
DELL’UNIVERSITÀ DELLA TUSCIA (VIA SAN CARLO, 32)



• VINCENZO MOLLICA, INVIATO DEL TG1 PER I GRANDI EVENTI DI CULTURA E SPETTACOLO, ESPERTO UNIVERSALMENTE RICONOSCIUTO DI FUMETTI E DI CINEMA D’ANIMAZIONE, MA ANCHE DISEGNATORE, CONDUTTORE RADIOFONICO E SCRITTORE, HA PUBBLICATO FRA L’ALTRO: “FELLINI, PAROLE E DISEGNI”, “STRIP STRIP HURRÀ!”, “PRATT & CORTO, STORIE DI DISEGNI”, “MILO MANARA. DAI BORGIA AI PITTORI DEL NOVECENTO”, “SCARABOCCHI IN LIBERA USCITA”, “DORECIAKGULP”, “FAVOLETTA RISTRETTA SI FA LEGGERE IN FRETTA” (WWW.MOLLICA.RAI.IT).

• GIANNI MARITATI, GIORNALISTA DELLA REDAZIONE CULTURA E SPETTACOLO DEL TG1, E’ AUTORE DI VARI SAGGI, FRA CUI “BIANCANEVE E I SUOI FRATELLI. IL GRANDE CINEMA DI ANIMAZIONE DA WALT DISNEY A SHREK” (GREMESE) E “EMOZIONI SU TOPOLINO. IL MONDO DISNEY E I SUOI VALORI, DA BIANCANEVE AL GOBBO DI NOTRE-DAME” (SAN PAOLO).

Al debutto il nuovo esilarante spettacolo di Maurizio Battista

“Cari amici miei…. come giochi, giochi male!”

Il comico romano sarà in scena al Teatro Olimpico di Roma dall’11 novembre al 7 dicembre 2008

"Cari amici miei… come giochi, giochi male!" è il nuovo one man show interamente inedito, scritto e interpretato da Maurizio Battista che ha voluto dedicare il suo nuovo spettacolo, in scena al Teatro Olimpico dall’ 11 novembre al 7 dicembre 2008, al proprio Paese, l’Italia che non è solo terra di camorra, mafia e malapolitica ma è anche terra dalle grandi potenzialità e di straordinarie eccellenze. “Visto il cambiamento in positivo del panorama italiano – spiega il comico romano – mi sembrava limitativo presentare il sequel del mio ultimo spettacolo “Faccio tutto da solo” con la seconda parte “dalla M alla Z”. "Cari amici miei… come giochi, giochi male!" nasce dalla considerazione che troppo spesso la comicità tende ad evidenziare solo i difetti del nostro Paese, Battista, invece, ha voluto capovolgere la situazione mettendo in luce e raccontando i pregi della nazione in cui è nato ed ha sempre vissuto. In una scenografia ricca e colorata raffigurante un trasloco, il comico aprirà e chiuderà lo spettacolo con due bellissime poesie del poeta romano Trilussa e spazierà, partendo dalla Roma antica alle strisce blu, su grandi temi: dal teatro (Shakespeare, Goldoni, Sofocle) al cinema, dalla televisione al gossip, in particolare racconterà le eccellenze italiane (prima di tutte “la mamma”) “provocato” da un giovane e straordinario attore, Riccardo Graziosi che gli farà da spalla impersonando il ruolo di un regista. “Cari amici… nasce da una partita a carte fra amici - racconta divertito Battista – ho voluto l’asso di spade come immagine del mio spettacolo perché è la mia carta preferita.. è sempre comodo avere un asso nella manica!”. Insomma “Cari amici miei… come giochi, giochi male” sarà una risata di distrazione di massa, senza fare vittime ma regalando il buon umore. “Ma, attenzione – precisa il comico – parlerò benissimo dell’Italia.. e benino degli italiani!”. Da non perdere!



Roma, 10 novembre 2008

Comunicato stampa di Donatella Gimigliano

Info spettacolo: Teatro Olimpico (Piazza Gentile da Fabriano, 17) - tel. 06.32.65.991 (h. 10.00/19.00) – orario spettacolo h. 21.00 (domenica solo pomeridiana h. 18.00)

venerdì 7 novembre 2008

Concorso Letterario DoDo I edizione 2009
CONCORSO D’INEDITI A TEMA LIBERO
Scadenza 20 febbraio 2009


L’Associazione Culturale DoDo bandisce un Concorso Letterario a tema libero per veri appassionati e cultori della scrittura.

ROMANZO
Il Romanzo è a Tema libero

REGOLAMENTO

Lunghezza
Il romanzo dovrà avere una lunghezza massima di 20 cartelle, dovrà essere inedito e non partecipante ad altri concorsi letterari.

Materiale da presentare
Romanzo inedito in lingua italiana, in singola copia cartacea, rilegata e con le pagine numerate. Allegare nel plico anche la scheda di adesione debitamente compilata e la quota di adesione. Le opere inviate non verranno restituite.

Quota di adesione
La quota di adesione per ogni singola opera è di euro 15,00 (quindici) per i diritti di segreteria.
Il pagamento della quota di adesione può essere effettuato:
a. direttamente in sede, in Via Luca della Robbia, 27 - 00153 Roma, il lunedì, dalle 13.30 alle 16.00
b. allegando la cifra in contanti nel plico spedito
c. tramite vaglia postale o vaglia telegrafico intestato a Donatina De Carolis – causale: Concorso Inediti 2009 (allegare la ricevuta del versamento)
d. tramite assegno bancario non trasferibile intestato a Donatina De Carolis (allegare assegno)
E’ possibile partecipare con più elaborati. Se si intende partecipare con due elaborati, la quota per il secondo manoscritto è di euro 10,00 (dieci) anziché 15,00.

Pena esclusione Concorso
Non verranno prese in considerazione opere amorali, sprezzanti politica o anticostituzionali, nonché elaborati non accompagnati dalla scheda di adesione debitamente compilata (dichiarazione di paternità), indicando il proprio nome, cognome ed indirizzo postale; quelli arrivati SOLO per e-mail e NON in cartaceo; quelli per i quali non si sia corrisposta la relativa quota di partecipazione, fissata in Euro 15,00 (quindici), nelle modalità specificate nell’Art.: “Quota di adesione” o per i quali non ci sia la firma su ogni cartella pervenuta in redazione.

Modalità d’invio
I romanzi, in busta chiusa, congiuntamente alla scheda di adesione ed alla copia del versamento della quota di adesione (se vaglia postale) o assegno o banconote, possono essere:
a. consegnati direttamente in sede, in Via Luca della Robbia, 27 - 00153 Roma, il lunedì, dalle 13.30 alle 16.00
b. spediti per posta (si consiglia raccomandata A/R) al seguente indirizzo: Associazione Culturale DoDo
Concorso Inediti 2009
Via Luca della Robbia, 27
00153 Roma
entro e non oltre il 20 febbraio 2009. Ogni candidato deve inviare l’opera ANCHE in formato word, come allegato, all’indirizzo e-mail: concorsidodo@libero.it
Ogg: “Concorso Inediti 2009” (farà fede la data di invio)
NB: Il materiale arrivato SOLO per e-mail e NON in cartaceo sarà escluso dal concorso.

Giuria
La Giuria sarà composta da scrittori, giornalisti, editori, laureati in varie discipline e lettori, “grandi divoratori” di romanzi.
La giuria esaminerà tutti i lavori pervenuti e premierà le migliori opere.
Il giudizio della Giuria è insindacabile, inoppugnabile e indiscutibile.

Premiazione
La premiazione avverrà entro aprile del 2009 con una festa. Le notizie sui risultati, luogo e data della premiazioni saranno resi noti sul sito dell’Associazione Culturale DoDo: www.assdodo.mclink.net ; tutti i vincitori saranno personalmente avvertiti.

Premi
Saranno premiati i primi 10 classificati, che potranno leggere i loro lavori al pubblico presente.
- al 1° classificato: penna stilografica-trofeo Pelikan e attestato di partecipazione firmato da scrittori, giornalisti ed editori che interverranno alla premiazione
- al 2° classificato: penna stilografica Pelikan e attestato di partecipazione
- al 3° classificato: targa e attestato di partecipazione
- Dal 4° al 10° classificato: attestato di partecipazione

GRANDE NOVITA’: Aspettando la premiazione…
A marzo 2009, in un locale o teatro di Roma, DoDo organizzerà un ritrovo, durante il quale gli scrittori potranno conoscersi e leggere degli estratti dai loro lavori al pubblico presente (aggiornamenti sul sito dell’Associazione Culturale DoDo: www.assdodo.mclink.net).

Altre norme:
- Le opere che non avranno una copia firmata manoscritta e correlata dai dati di generalità e allegata l’autorizzazione Legge privacy o arrivate SOLO per e-mail e NON in cartaceo non saranno considerate.
- Si prega di non inviare allegati personali in buste chiuse.
- Unire ai lavori la quota di iscrizione in contanti, in assegno o fotocopia del vaglia.
- Si può partecipare con più elaborati, pagando corrispettiva tassa di partecipazione.
- Non si rimborsa assolutamente nessun partecipante, pur se chiamato in premiazione.
- Non si restituiscono gli elaborati. Come da legge, gli inediti dopo l’avvenuta premiazione saranno distrutti.
- Non si effettuano spedizioni postali: la non presenza comporta la decadenza del conferimento del premio.
- Si consiglia vivamente di inviare in A/R o Assicurata tutti i lavori.
- I candidati che aderiscono all’iniziativa sollevano l’Associazione Culturale DoDo da ogni responsabilità per danneggiamento, furto, smarrimento o incendio delle opere.
- La partecipazione spontanea al Concorso Letterario relaziona alla tacita accettazione incondizionata del presente regolamento.


INFORMAZIONI: per chiarimenti: tel. 338-190.13.50; tel. 339-14.67.139

venerdì 10 ottobre 2008

IL NUOVO VIDEO DI LUCA BARBAROSSA



DALL'ALBUM "VIA DELLE STORIE INFINITE"

TUTTO DA ASCOLTARE....POESIA ALLO STATO PURO...!!!

domenica 5 ottobre 2008

AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEL TEATRO PEGASO DI OSTIA










CARTELLONE 2008 - 2009


Dal 2 al 12 ottobre
Ass. Teatrando
FOLLIE AL CONVENTO
Scritto e diretto da A. Di Francesco

Dal 16 al 26 ottobre
Ass. Teatrando
IL BORGHESE GENTILUOMO
Di Molière
Regia Antonia Di Francesco

31 ottobre, 1 e 2 novembre
Ass. Cult. Il Teatrone
CECHOV E CAMPANILE
(Tragedie ed… acque minerali -
Domanda di Matrimonio)
regia Enrico Cappelli

7, 8 e 9 novembre
Premio Fantasio Piccoli
AMLETO
Concorso Internazionale di Regia
- XI Edizione -


Dal 13 novembre al 7 dicembre
Compagnia Black Company
DON NICOLINO FRA LI GUAI
Di Checco Durante
regia Vito Cofano

Dall’11 al 21 dicembre
Compagnia Il Lucchetto
QUANDO FUORI NEVICA
Scritto e diretto da Massimo Izzo

Dall’8 gennaio al 1 febbraio
Ass. Teatrando
CAVIALE E LENTICCHIE
Di Scarnicci e Tarabusi - regia A. Di Francesco

Dal 5 al 15 febbraio
Compagnia Teatro del Beau
IL DRAMMA DELLA GELOSIA
(Tutti i particolari minuto per minuto)
Scritto e diretto da Simone Fioravanti

Dal 19 febbraio al 1 marzo
I Gusti Misti
E SE FOSSERO TUTTI COME ME?
Di P. Snero – Regia Marco Carosi

Dal 5 al 22 marzo
Comp. I TuttiEsauriti
FIN DENTRO L’APPARTAMENTO
Testo e regia di Sara Biondini

Dal 26 marzo al 5 aprile
Compagnia Il Lucchetto
FRANKIE
Testo e regia di Aruna Dell’ Unto

Dal 17 aprile al 3 maggio
(da venerdì a domenica)
Ragtime Company
THE AMERICAN DREAM
Scritto e diretto da Jacopo Pelliccia

Dal 21 maggio
TEATRANDO S’IMPARA
SPETTACOLI DEL NUOVO CENTRO DI FORMAZIONE ARTISTICA

* * *

Spettacoli dal Giov al Sab ore 21,00 – Dom 18,30
Varie modalità di abbonamento

Le Domeniche del Pegaso, ore 20,45
Musica, Cabaret, Arte varia, Spettacoli giovani

CARTELLONE BAMBINI E RAGAZZI
A cura di Giusy Di Francesco - Spettacoli la Domenica ore 16,30


Dal 5 ottobre al 9 novembre
ROBIN HOOD
da Antiche Leggende Medievali

Dal 16 novembre al 21 dicembre
LA BELLA E LA BESTIA
Da M.me de Beaumont
Dall'11 gennaio all'8 febbraio
LA BELLA ADDORMENTATA
Dai F.lli Grimm
Dal 15 febbraio all'8 marzo
BARBABLU’
Da C. Perrault
Dal 15 marzo al 5 aprile
E Dal 19 al 26 aprile
LA SIRENETTA
Da H. C. Andersen

TEATRO PEGASO
Viale dei Promontori 131 - 00122 Ostia Lido (RM)
tel. 06.56.65.208
www.teatropegaso.net
teatropegaso@libero.it

giovedì 4 settembre 2008

BIANCANEVE E I SUOI FRATELLI




























Le emozioni della vita nella storia dei cartoon
A 70 anni dalla prima proiezione del capolavoro disneyano
esce in Italia e in Francia
“BIANCANEVE E I SUOI FRATELLI”
di Gianni Maritati - Gremese editore

Per i 70 anni di Biancaneve e i sette nani di Walt Disney (la prima proiezione pubblica risale al 21 dicembre 1937) è uscito in libreria “BIANCANEVE E I SUOI FRATELLI” di Gianni Maritati (Gremese editore). Il saggio, accompagnato da oltre 100 illustrazioni, propone un appassionante viaggio nel mondo dell’animazione visto da un’insolita prospettiva: i valori e le esperienze della vita.
Il volume esce contemporaneamente in Italia e in Francia.

“Anche se abitano in un universo parallelo - spiega l’autore, giornalista del Tg1 - Topolino, Nemo, Asterix, Mononoke e tanti altri personaggi della fantasia respirano la nostra stessa aria nella vita di tutti i giorni e ci lanciano un’occhiata o un sorriso da una maglietta o da un poster, aiutandoci a superare un momento di stanchezza o ad affrontare una salita improvvisa del destino. Biancaneve e i suoi fratelli – continua Gianni Maritati - è dedicato a loro, eterni divi dei cartoon, ma anche a noi comuni mortali, felici di varcare la soglia di un mondo incantato, come ci esorta lo spazzacamino Bert di Mary Poppins”.

Omaggio ad un’arte che riesce a raccontare con profondità e leggerezza sentimenti ed emozioni, ma anche le esperienze della vita e l’ansia per il futuro, il saggio vuole essere un piacevole taccuino di viaggio, un vademecum appassionante e ricco di sorprese, un diario di bordo disseminato di rievocazioni fantastiche, intuizioni del cuore, fulminanti riflessioni.

Biancaneve e i suoi fratelli non è la classica storia del cinema d’animazione da Walt Disney ai giorni nostri, ma la proposta di un’avventura ad occhi aperti in un mondo popolato di storie e di personaggi che ci accompagnano sin dall’infanzia e nutrono i nostri sogni, le nostre speranze, le nostre emozioni.

Caratterizzato da uno stile vivace e anticonvenzionale, il saggio si divide in tre parti, iniziando con un’intima esplorazione di temi importanti, quali la famiglia, l’amicizia, l’amore, la natura, ma anche la religione, la politica, lo sport, insieme all’eros, al futuro e alla morte. Non mancano riflessioni su tematiche recenti, come i rapporti fra il mondo Disney e il “Codice da Vinci” di Dan Brown.

Nella seconda parte, il saggio ci fa scoprire il fascino del “dietro le quinte”, affrontando argomenti più legati agli aspetti tecnici e pratici: lo storico passaggio dal disegno manuale alla computer grafica, trucchi e segreti del doppiaggio (con interviste a due esperti del settore, Roberto Morville e Nunziante Valoroso), la magia del connubio fra musica e immagini, sino a scoprire le fonti letterarie a cui attingono gli artisti dell’animazione.

Nella terza parte, il lettore potrà infine immergersi in un avvincente e originale “archivio cronologico della fantasia colorata” dal 1937 al 2007: più di 300 schede di film, per ripercorrere, in una fantastica carrellata, settant’anni di grande cinema d’animazione.
In appendice, il volume offre anche materiali utili alla ricerca e all’approfondimento: i festival italiani e internazionali dedicati ai cartoon, i lungometraggi premiati con l’Oscar, i più importanti siti internet, accanto ad una utilissima bibliografia essenziale.

“COME NEL CINEMA DAL VERO, ANCHE NELL’ANIMAZIONE DI OGGI I PUBBLICI SONO TANTI, E TRASVERSALI. IL PUBBLICO DI SHREK NON NECESSARIAMENTE È LO STESSO DI LA CITTÀ INCANTATA O DI KIRIKÙ. SONO PUBBLICI CHE RIFLETTONO LA MOLTEPLICITÀ DEGLI AUTORI E DELLE CINEMATOGRAFIE E NE DETERMINANO LA VARIETÀ E LA RICCHEZZA. POSSIAMO FINALMENTE DIRE CHE L’ANIMAZIONE È DIVENTATA ADULTA? PROBABILMENTE SÌ, E QUEST’OPERA NE È UNA TESTIMONIANZA”.
(DALLA PREFAZIONE DI ALFIO BASTIANCICH, DIRETTORE DI “CARTOONS ON THE BAY”, FESTIVAL INTERNAZIONALE DI ANIMAZIONE TV ORGANIZZATO DA RAI TRADE)


Gianni Maritati
BIANCANEVE E I SUOI FRATELLI
Il grande cinema di animazione da Walt Disney a Shrek
Con Prefazione di Alfio Bastiancich
Gremese Editore, Roma 2007, pp. 200, euro 30 (www.gremese.com)

martedì 2 settembre 2008















Avagliano Editore presenta

Il Paziente Italiano
da Berlusconi a berlusconismo passando per noi
di Oliviero Beha




Venerdì 05 settembre, ore 21,00



APPRODO ALLA LETTURA
Pontile di Ostia – Piazza dei Ravennati


Modera l’incontro: Gianni Maritati (RAI – TG1 CULTURA)

Sarà presente l’Autore

Che cosa è successo in Italia in due anni di governo Prodi dopo e prima di Berlusconi? Come abbiamo fatto a ridurci nello stato comatoso in cui siamo? Che ne è stato della politica, di maggioranza come di opposizione, ormai trasformata in vuoto marketing? E come reagiscono gli italiani a questa regressione di democrazia? Chi sono, oggi, questi italiani, o che cosa sono diventati? E che cosa si augurano per il loro futuro?
Oliviero Beha, in questo volume – da pochi giorni in libreria - porta in radiologia le “lastre” della realtà, quella vera e quella mistificata dai media, passando al vaglio un periodo fosco della Repubblica, a sessant’anni dalla sua fondazione costituzionale. La radiografia è impietosa, e coglie i passaggi tra politica e antipolitica, conflitti di interessi e svuotamento della giustizia, informazione/spettacolo e brutto spettacolo dell’informazione, patriottismo in calzoncini e “Calciopoli”, uno scandalo ancora tutto da decifrare. L’Italia mafiosa di oggi, ma si teme anche di domani, che di solito viene occultata dalle convenienze e dalle dipendenze. Nel Paese dei Gattopardi tutto sembra già scritto ma, mettendo a fuoco le varie tessere dello sdrucito mosaico, contemporaneamente ancora da scrivere.

L’Autore

Oliviero Beha continua ad essere forse il più noto clandestino d’Italia. Giornalista di carta stampata (la Repubblica), radio e tv, è autore di trasmissioni radiofoniche e televisive di successo. Collabora all’Unità ed è autore di vari volumi.


Per informazioni stampa
Raffaele Iaria
Ufficio Stampa Avagliano Editore
TEL. 339.2960811 - FAX 06.233245303

mercoledì 23 luglio 2008

SAGRA DEGLI GNOCCHI ALLA LONGARINA






















Evento più importante del quartiere Longarina, la 4° edizione della Sagra degli Gnocchi si svolgerà a partire dal 24 luglio fino al 27 luglio compreso.
L'iniziativa, partita nel 2005, si svolge ogni anno a partire dal giovedì dell’ultimo weekend di luglio e ha ormai fama consolidata in tutto il Comune di Roma
Come ogni anno nel menu non saranno presenti solo gli gnocchi, ma anche tante altre specialità gastronomiche.
Musica, balli di gruppo e brezza estiva concorreranno a riempire le quattro serate di allegria.

SAGRA DEGLI GNOCCHI - QUARTIERE LONGARINA

VIA LUIGI PERNIER 00124 ROMA
Per maggiori informazioni potete consultare il sito internet:
http://www.longarina.it/

lunedì 7 luglio 2008

Shakespeare in Rome




















La Casa dei Teatri di Roma ospita fino al 28 settembre 2008, in una sorta di piccolo Globe Theatre simbolicamente ricostruito, la mostra “Shakespeare in Rome”.
Attraverso citazioni, fotografie, audio e videoregistrazioni, stralci di copioni, il visitatore può compiere un percorso critico attraverso cinque testi shakespeariani ambientati nella città eterna : Tito Andronico, Giulio Cesare, Antonio e Cleopatra , Coriolano e Cimbelino.
L’esposizione, il cui obiettivo è quello di catturare l’attenzione dello spettatore attraverso una sovrapposizione di linguaggi: dalla riproduzione di testi antichi, all’uso di forme espressive legate alla contemporaneità come la fotografia e la proiezione di filmati, dà la possibilità di costruire percorsi di fruizione molto personali e propone cinque ambienti diversi collegati l’uno con l’altro.
Visitando la mostra è inoltre possibile visionare, su richiesta, film e video di spettacoli teatrali delle cinque opere “romane” di Shakespeare e ascoltare, grazie al contributo di Radioscrigno, struttura di Radio Rai che si occupa della diffusione dei documenti audio storici, un montaggio di brani delle registrazioni di alcuni spettacoli: Giulio Cesare (1954 regia di Giorgio Strehler), Antonio e Cleopatra (1958 regia di Virginio Puecher) e Coriolano (1958 regia di Giorgio Strehler)


Shakespeare in Rome - I testi teatrali del grande drammaturgo inglese ambientati a Roma

Casa dei Teatri di Roma
Villa Doria Pamphili - Largo 3 Giugno 1849
12 giugno - 28 settembre 2008

venerdì 13 giugno 2008





Water and Energy Information Tour:
parte da Roma il primo vi(ll)aggio ambientale italiano



Un viaggio interattivo e sostenibile per conoscere e rispettare l’ambiente.
Il Water and Energy Information Tour è un progetto ideato e realizzato da Clan Group e finalizzato allo sviluppo sostenibile, dalla tutela della risorsa acqua alla conoscenza delle fonti rinnovabili di energia, realizzato grazie al sostegno del main sponsor Acea.
Un evento che mette in rete le maggiori esperienze del settore ambientale ed energetico italiano, diventando un veicolo ideale per una campagna socio-ambientale allargata.
Dal 15 giugno al 13 luglio, al Porto Turistico di Roma, sarà attivo un Villaggio dell’Acqua e dell’Energia che ospiterà in orario pomeridiano mostre e percorsi didattico-ambientali, accompagnati da spettacoli serali a tema con il coinvolgimento di volti noti della cultura e della ricerca.
Elemento cardine del settore educativo è la mostra Anno 2050: quale energia?
La risposta è scritta nella Terra, organizzata per l’occasione da ENEA, Ente per Nuove tecnologie, l’Energia e l’Ambiente e attiva dal 19 giugno al 13 luglio. L’esposizione ha ottenuto il patrocinio dell’Unesco e vuole illustrare gli aspetti essenziali della questione energetica, evidenziando come un problema così complesso debba essere affrontato a diversi livelli, compreso l’impegno individuale a rinunciare agli sprechi di energia nel proprio quotidiano.
La seconda esposizione in programma riguarda l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia applicate al campo dell’edilizia, realizzata da RomaEnergia, l’Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile del Comune di Roma, in collaborazione con la Cooperativa Borghetto dei Pescatori che ad Ostia sta realizzando il primo quartiere italiano in bioedilizia. Ai professionisti il compito di illustrare come l’energia solare, fotovoltaica e geotermica possano essere utilizzate con l’obiettivo del risparmio energetico e della tutela delle risorse del nostro pianeta.
La Provincia di Roma sviluppa nel contesto di WEIT il tema dell’acqua con una mostra di Lorenzo Terranera intitolata “Acqua”, organizzata dall’Osservatorio Promozione Qualità Ambientale del IV Dipartimento coordinato dall’assessorato alle Politiche del Territorio e alla Tutela Ambientale.
Il Polo Solare Organico del Lazio è invece protagonista di un laboratorio indirizzato a bambini e ragazzi dai 7 ai 12 anni, intitolato “Pannelli Solari e Frutti di Bosco”. Attraverso un filmato e applicazioni specifiche, i partecipanti potranno ricreare le condizioni base che sono state studiate dai professori e ricercatori dell’Università di Tor Vergata.
A completare la sezione didattico-informativa contribuiscono diversi enti e associazioni ambientali che realizzeranno campagne di comunicazione, conferenze e dibattiti. In programma Legambiente (dal 7 al 13 luglio) con le campagne Goletta Verde e Stop the Fever, Wwf con la campagna Generazione Clima, Federparchi e Kyoto Club con il progetto Parchi per Kyoto.
L’aspetto didattico-informativo del Water and Energy Information Tour viene integrato in orario serale con eventi a tema ambientale nella sezione denominata Weit Emotion.
Con Greenpeace sarà veicolata la campagna “Scrittori per le foreste”, che coinvolgerà diversi autori che hanno scelto di stampare i propri libri su carta riciclata, in eventi serali. Appuntamento venerdì 4 luglio con Monica Viola, che parlerà del suo esordio narrativo “Tana per la bambina con i capelli a ombrellone”.
Serata di riflessione, invece, sabato 5 luglio, con la partecipazione del noto geologo e ricercatore Mario Tozzi, che parlerà della risorsa acqua, dei rischi ai quali il Pianeta Terra va incontro e dei comportamenti sostenibili utili a preservare una risorsa di fondamentale importanza per l’uomo.
Il Water and Energy Information Tour si concluderà, domenica 13 luglio, con l’intervento di Patrizio Roversi, personaggio televisivo che continua i suoi viaggi per promuovere il vivere sostenibile e la salvaguardia dell’ambiente. Roversi commenterà alcune pillole ambientali, mostrate al pubblico attraverso filmati frutto di esperienze passate, con l’aiuto di ricercatori e professori universitari.

Il Villaggio dell’Acqua e dell’Energia, che dopo la tappa di Roma è destinato a viaggiare per l’Italia nel biennio 2009/2010, sarà aperto dal lunedì al venerdì, dalle 18 alle 24, il sabato dalle 16 alle 24 e la domenica dalle 15 alle 24. Ingresso libero.


Ideazione e realizzazione Clan Group
Ufficio Stampa Valeria Bilancioni

mercoledì 21 maggio 2008

PIEDI DI FELTRO



PIEDI DI FELTRO

Teatro 7 - Roma - Via Benevento, 23

tutti i giorni (escluso il Lunedi) alle 21, la Domenica alle 18

prenotazioni allo 06.442.36.382

Scritto e diretto da


MARIO ALESSANDRO PAOLELLI


con


ANDREAS PLITHAKIS
MATTEO AMANDOLA
EMILIANO DELLA BELLA
ALESSANDRO FRITTELLA
MARTA MOTTOLA
FRANCESCO MIELE
CLAUDIO CONTINI
RACHELE PAOLELLI
MAURO CONSOLO
MAURO ANIBALDI

Direttore di scena


MONICA MELONI

Costumi


LE SORELLE BENTIVEGNA


Per il Trailer si ringraziano Animazione 3D


FABRIZIO GOBBI

Voce Fuori Campo


SONIA SCOTTI

UNO SPETTACOLO DIVERTENTISSIMO E ORIGINALE

GLI ATTORI SONO BRAVISSIMI E IL TESTO E' GENIALE

DA VEDERE!!!!

lunedì 12 maggio 2008

LETTERATURE
7° Festival Internazionale di Roma

Basilica di Massenzio (Via dei Fori Imperiali)20 Maggio - 19 Giugno 2008

“PAROLA, SILENZIO”
Dal 20 maggio al 19 giugno si svolgerà la settima edizione di “Letterature - Festival Internazionale di Roma”, l’evento letterario internazionale che celebra ogni anno la centralità del testo e della parola sul palco dell’incomparabile Basilica di Massenzio al Foro Romano, in compagnia degli autori più interessanti sulla scena mondiale invitati a confrontarsi e pronunciarsi su un tema specifico.
Ogni anno gli scrittori partecipanti propongono al pubblico un loro testo inedito scritto appositamente per il Festival sulla base di un tema particolare, diverso in ciascuna edizione: “soli, insieme” nel 2002; “passato, futuro” nel 2003; “reale, immaginario” nel 2004; “paura, speranza” nel 2005; “naturale, artificiale” nel 2006; “vicino, lontano” nel 2007.
Il tema scelto per l’edizione 2008 è “Parola, Silenzio”.
“Parola, Silenzio”: una sfida a spiegare il rapporto tra il ruolo e il valore della parola e quello del silenzio nella nostra vita, nel nostro tempo, e nella letteratura. È stato chiesto agli autori ospiti di scrivere un testo ispirato a questi due termini apparentemente in conflitto, ma che rappresentano elementi imprescindibili nella letteratura. “Scrivere è riconoscere il silenzio come ritmo della parola”, affermava Edmond Jabès, a sottolineare la costante e fondamentale interazione tra parola e silenzio che fornisce linfa vitale alla letteratura. E se le parole possono essere viste come un atto di resistenza al silenzio, come un atto che nega e spezza la stasi del silenzio, al tempo stesso si nutrono di silenzio, come territorio sul quale lo scrittore ricerca la parola.
La parola stessa, per di più, nella società attuale può trasformarsi in un vuoto, uno dei molti rumori della vita contemporanea, degradata a mero “suono”; e il silenzio divenire, per contro, ricco di significati in opposizione a questo flusso continuo e molesto, a una sterilità di significazione dovuta all’ipertrofia comunicativa della contemporaneità.
La novità del format 2008 è che saranno gli autori stessi protagonisti delle serate a suggerire il mezzo espressivo che introdurrà, accompagnerà o concluderà la lettura dei loro testi inediti, scegliendo tra linguaggi musicali, visivi o teatrali. L’autore potrà quindi indicare i brani musicali che desidera ascoltare e far ascoltare al pubblico, o preferire che siano parti di film, video arte o altro tipo di immagini ad integrare la propria lettura. Potrà in alternativa segnalare brani tratti da un proprio libro già pubblicato in lingua italiana, che un attore o un’attrice leggerà come introduzione.
Quest’anno saranno 36 gli autori che si avvicenderanno nel corso di dieci serate sotto le volte della basilica costantiniana.


Per informazioni:
Contact Center 060608
(tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 22.30)
http://www.festivaldelleletterature.it
info@festivaldelleletterature.it

Organizzazione e produzione
Zètema Progetto Cultura srl
http://www.zetema.it

mercoledì 23 aprile 2008

NUOVO ALBUM PER LUCA BARBAROSSA



DAL 25 APRILE IN TUTTI I NEGOZI ESCE IL NUOVO ALBUM DI LUCA BARBAROSSA:

"VIA DELLE STORIE INFINITE"

lunedì 7 aprile 2008

IL CACCIATORE DI AQUILONI





















Titolo originale: The Kite Runner
Regia: Marc Forster
Sceneggiatura: David Benioff
Fotografia: Roberto Schaefer
Musiche: Alberto Iglesias
Montaggio: Matt Chesse

CAST
Soraya Atossa Leoni
Hassan da bambino Ahmad Khan Mahmidzada
Amir Khalid Abdalla
Amir bambino Zekeria Ebrahimi

Anno: 2007
Nazione: Stati Uniti d'America
Distribuzione: Filmauro
Durata: 131'
Data uscita in Italia: 28 marzo 2008
Genere: Drammatico


Come il libro, il film racconta la dolorosa storia di Amir, figlio di Baba ricco uomo d'affari di Kabul, e Hassan, il figlio del suo servitore, travolti dalla violenza e dalla repressione nell'Afghanistan invaso dai sovietici all'inizio degli anni '80 e poi, governato dai talebani. La storia narra la fuga di Amir e di suo padre dal paese natio e il suo viaggio di ritorno da San Francisco a Kabul vent'anni dopo. Roso dai sensi di colpa per non essere intervenuto in difesa di Hassan stuprato da una banda di ragazzini di Kabul, Amir cerca di redimersi dal suo tradimento e portare in salvo in America il figlio di Hassan.

Un film intenso, sicuramente da vedere, ma che riesce solo a tratti a restituire le stesse emozioni regalate dal romanzo. Specialmente nella seconda parte ci sono troppi tagli e, nonostante il film sia piuttosto fedele alle pagine di Hosseini, scorre tutto troppo veloce. Belle le musiche e la fotografia.
Indimenticabile il viso di Ahmad Khan Mahmidzada perfetto nel ruolo del piccolo Hassan.

venerdì 28 marzo 2008

VIA DELLE STORIE INFINITE

















"Via delle Storie infinite"
il nuovo album di Luca Barbarossa

In anteprima su iTUNES dal 15 Aprile

"Via delle Storie Infinite", il nuovo album di Luca Barbarossa, sarà pubblicato in anteprima esclusiva su iTunes il 15 aprile 2008, giorno del suo compleanno.

Il cantautore romano vuole festeggiare questa volta insieme ad i suoi fans con una pubblicazione esclusiva ed in anteprima del suo nuovo album.

Per l'occasione, infatti, “Via delle Storie Infinite” conterrà, oltre le 12 tracce della versione originale, 3 bonus track (“Al di là del muro”, “Via Margutta” e “Yuppies”) estratte dal concerto tenuto all’ Auditorium Parco della Musica di Roma il 22 Novembre 2004 e immortalato nel dvd “Luca Barbarossa in concerto”.

Dal 28 Aprile, “Via delle Storie Infinite” sarà disponibile in tutti i negozi di dischi su etichetta Universo e distribuzione Warner Music Italy.

lunedì 17 marzo 2008

PER TUTTE LE DONNE CHE SI SENTONO IN COLPA.....

NON MI PENTO DI NIENTE

Dalla donna che sono
mi succede, a volte, di osservare nelle altre, la donna che potevo essere;
donne garbate esempio di virtù,
laboriose brave mogli, come mia madre avrebbe voluto.
Non so perchè
tutta la vita ho trascorso a ribellarmi a loro.
Odio le loro minacce sul mio corpo
la colpa che le loro vite impeccabili,
per strano maleficio mi ispirano;
mi ribello contro le loro buone azioni,
contro i pianti notturni sotto il cuscino,
contro la vergogna della nudità sotto la biancheria intima, stirata e
inamidata.
Queste donne, tuttavia, mi guardano dal fondo dei loro specchi;
alzano un dito accusatore
e, a volte, cedo al loro sguardo di biasimo
e vorrei guadagnarmi il consenso universale,
essere "la brava bambina", "la donna per bene", la Gioconda irreprensibile,
prendere dieci in condotta
dal partito, dallo Stato, dagli amici, dalla famiglia, dai figli
e da tutti gli esseri che popolano abbondantemente questo mondo.
In questa contraddizione inevitabile tra quel che doveva essere e quel che è,
ho combattuto numerose battaglie mortali,
battaglie inutili, loro contro di me
- loro contro di me che sono me stessa -
con la psiche dolorante, scarmigliata,
trasgredendo progetti ancestrali, lacero le donne che vivono in me
che, fin dall'infanzia, mi guardano torvo
perchè non riesco nello stampo perfetto dei loro sogni,
perchè oso essere quella folle, inattendibile, tenera e vulnerabile
che si innamora come una triste puttana
di cause giuste, di uomini belli e di parole giocose
perchè, adulta, ho osato vivere l'infanzia proibita
e ho fatto l'amore sulle scrivanie nelle ore d'ufficio,
ho rotto vincoli inviolabili e ho osato godere
del corpo sano e sinuoso di cui i geni di tutti i miei avi mi hanno dotata.
Non incolpo nessuno. Anzi li ringrazio dei doni.
Non mi pento di niente, come disse Edith Piaf:
ma nei pozzi scuri in cui sprofondo al mattino, appena apro gli occhi,
sento le lacrime che premono, nonostante la felicità che ho finalmente
conquistato,
rompendo cappe e strati di roccia terziaria e quaternaria,
vedo le altre donne che sono in me, sedute nel vestibolo
che mi guardano con occhi dolenti e mi sento in colpa per la mia felicità.
Assurde brave bambine mi circondano e danzano musiche infantili... contro di me;
contro questa donna fatta, piena,
la donna dal seno sodo e i fianchi larghi,
che, per mia madre e contro di lei, mi piace essere


Gioconda Belli

martedì 11 marzo 2008



una delle canzoni più belle che sono mai state scritte

lunedì 25 febbraio 2008

QUEL GIORNO IN PIU' CHE TUTTI VORREMMO AVERE....






La vita non è ciò che ci accade, ma ciò che facciamo con ciò che ci accade




Sveglia, caffè, tram, ufficio, palestra, pizza-cine-letto (magari non da soli)… Giornate sempre uguali, scandite da appuntamenti che, alla fine, si assomigliano tutti, persi nel cielo grigio di una metropoli che non sa più sorridere. È la vita di Giacomo, uno che non si è mai fatto troppe domande, che è andato incontro agli avvenimenti rimanendo sempre in superficie. Un giorno, però, Giacomo incontra sul tram una sconosciuta, e se la ritrova davanti il giorno dopo, e quello dopo ancora. Per mesi. E così, quelle tre fermate lungo il tragitto per andare in ufficio diventano un appuntamento importante della giornata. O meglio, diventano ‘l’appuntamento’. Ma la sconosciuta ha un destino che la porterà lontano, in un’altra città. E Giacomo? Lui per la prima volta nella vita decide di non rimanere in superficie, di prendersi anche il rischio di diventare ridicolo, e parte all’inseguimento di un sogno. È l’inizio di un gioco, incredibile e coinvolgente, che improvvisamente sarà interrotto, e che porterà i due fino a un punto di non ritorno, per scoprire se vale la pena, nella vita, di giocare fino in fondo. L’amore, l’amicizia, il viaggio, i dubbi, le scelte, più una dose di gioco e sana incoscienza: questo romanzo ha gli ingredienti e il gusto delle pagine più riuscite di Fabio Volo. La prova esaltante di un talento narrativo che ha raggiunto la maturità senza perdere un briciolo di freschezza.

sabato 23 febbraio 2008

mercoledì 20 febbraio 2008

LUCA BARBAROSSA SU KATAWEB







Live 'voce e chitarra' e intervista su Kataweb

A partire da mercoledì 13 febbraio 2008

Collegati all'indirizzo:
http://canali.kataweb.it/kataweb-musicalive/category/luca-barbarossa/

Luca parla della sua carriera, e del suo nuovo
album in uscita il 18 aprile

DA VEDERE!!!!

mercoledì 6 febbraio 2008

IN SCENA AL TEATRO PEGASO



UN TRAM CHIAMATO DESIDERIO

Blanche non sa adeguarsi alla realtà pragmatica e spietata. Ricorda con nostalgia l’ovattato mondo della sua giovinezza e del benessere. Lei quel mondo lo amava; e quando la realtà la opprime cresce un desiderio struggente d'evasione. Così inventa una realtà fittizia, che diviene per lei la sola possibile. È questo desiderio a condurla in casa della sorella, con cui ha condiviso l’incanto della giovinezza.
Ma qui troverà Stanley, che rappresenta quella vitalità che Blanche vuole fuggire ma verso cui prova quell’attrazione che la porterà alla sfida, da cui scaturiranno la violenza e la rottura di quel fragile equilibrio su cui si reggeva la debole psiche di Blanche.

con:

Antonia Di Francesco– Blanche Dubois
Giusy Di Francesco– Stella
Stefano Febi – Stanley
Salvatore Rivoli – Mitch
Elena G. Bonacci –Eunice
Claudio Zanelli – Steve

Scene di Guido Ghelardini- Costumi di Lucia Mirabile

Regia Sara Biondini

Aiuto Regia: Alessandra Palazzoli

In scena dal 07 FEBBRAIO
Spettacoli dal giovedì al sabato ore 21,00
Domenica ore 18,30
Ingresso € 10,00 - € 8,00

TEATRO PEGASO
Viale dei Promontori 131 - 00122 Ostia Lido (RM)
tel. 06.56.65.208

giovedì 17 gennaio 2008

IL TEMPO TRA DI NOI


http://blobmusica.myblog.it/archive/2007/11/29/eros-ramazzotti-il-tempo-tra-di-noi-video-non-ufficiale-e-te.html

Anche se non sento dentro me “Amore”
Ritorno sempre là
A quelle immagini
Ai giorni liberi

Pieno di entusiasmo sembrerò
Solo a chi non saprà comprendere
il vuoto dentro me
E rimangono le lacrime in bilico
Dietro gli angoli degli occhi che sorridono

Il tempo non ha limiti
Non passa per dividerci
È un pretesto sai che non basta mai
per difenderci

Il tempo cura i lividi
Difende dai pericoli
Di un amore che mai
dimentica il tempo tra di noi

Il ricordo inafferrabile lo so
Che male più non fa
Ma se ti incontrerò
io non mi salverò

Cresce dentro l’anima
La voglia che ho di te
Distanze fragili ci uniscono di più

E non trovo le parole
per spiegarmelo
Perché quelli che si cercano poi
si perdono

Il tempo non ha limiti
Non basta per dividerci
È un pretesto sai che non basta mai
per difenderci

Il tempo cura i lividi
Difende dai pericoli
Di un amore che mai dimentica noi

Ci sono attimi che non ritornano più
- Vivrò pensando a te -
Il tempo è un alibi per non amarti più
- Vivrò pensando te -
Ti sento accanto a me come se fossi qui

Il tempo non ha limiti
Non passa per dividerci
È un pretesto sai che non basta mai
per difenderci

Il tempo cura i lividi
Difende dai pericoli
Di un amore che mai dimentica noi
Il tempo tra di noi…


Eros Ramazzotti